La nostra storia

La Diamacch nasce nel 1977 nell'intento di fornire, mediante una crescente conoscenza delle migliori metodologie di lavorazione e d'impiego, un costante contributo nella valorizzazione di uno dei beni più preziosi di cui la natura ha dotato l'umanità: il "marmo" e i suoi derivati; un bene che da secoli costituisce una tra le più significative testimonianze delle diverse civiltà che si sono susseguite nel corso del tempo e nelle aree più diverse del pianeta.

Il fondatore della Diamacch, Vincenzo Becci, scoprì fin dal 1961 una grande passione per il settore delle macchine e degli utensili per la lavorazione dei marmi, dei graniti, del gres porcellanato, del cemento e dell'asfalto, acquisendo, nel corso di 18 anni di lavoro presso la ditta "CASSANI CARLO LEVIGATRICI", una vasta esperienza tecnica e professionale che lo hanno poi indirizzato nella sperimentazione e nell'applicazione di macchine e materiali d'uso tecnicamente avanzato, riuscendo a conseguire risultati nelle tecniche lavorative di grande eccellenza sia nei riguardi della quantità e della qualità delle produzioni, sia con riferimento alla minimizzazione dell'onere fisico richiesto nei lavori della specie.

La Diamacch è stata tra l'altro fin dal 1977 tra le prime aziende a fornire, ai levigatori interessati, utensili diamantati per la sgrossatura e lucidatura, con risultati di grande prestigio in grandi lavori in Italia e all'estero, quali ad esempio quelli eseguiti negli aeroporti di Fiumicino e di Tripoli, alla Central Bank of Riad, nella sede Inail di Roma e centinaia di altri lavori in Italia e all'estero